La Festa della Renga di Parona: la tradizione si da appuntamento a tavola

Olio Turri Festa della Renga polenta e renga

La Festa della Renga di Parona: la tradizione si da appuntamento a tavola

La Festa della Renga è la tradizionale festa alle porte di Verona che chiude il periodo di Carnevale e apre quello della Quaresima.

Si celebra sempre il Mercoledì delle Ceneri, che quest’anno cade il 26 febbraio. Il piatto simbolo della manifestazione è la polenta brustolà con la renga, e l’ingrediente indispensabile è il nostro olio extravergine d’oliva Turri, che impreziosisce un piatto tipico della tradizione culinaria veneta saporito e dal gusto deciso.

La Festa della Renga si celebra ogni anno a Parona, quartiere alle porte di Verona. La manifestazione ha origini antiche e ricorda i tempi in cui l’Adige era navigato dai burchi, che nei giorni di festa erano costretti a sostare nel porto di Parona a causa della chiusura doganale. I barcaioli quindi si fermavano nelle locande del luogo chiedendo alle parone (le locandiere, che danno il nome anche alla zona) di cucinare le aringhe che trasportavano nelle imbarcazioni. Chi non poteva pagare con i soldi poteva lasciare alla locanda una cassetta di pesce. L’aringa, in dialetto veneto renga, è un pesce dal sapore deciso ed estremamante economico, che veniva generalmente consumato secco e affumicato. Nelle case più povere veniva appeso al soffitto per essere sfregato sopra la polenta, donandole sapore. Ma come è arrivata l’aringa fino a Verona? Semplice, con i commercianti veneziani, che già in tempi antichi la acquistavano nei mercati del Nord Europa conservandola sottosale. Grazie al suo prezzo competitivo, rappresentava una fonte di proteine anche per chi non poteva permettersi la carne o il pesce di qualità superiore. Ora, al contrario, la polenta con la renga si mangia in occasioni speciali, come appunto la festa che celebra la pietanza.

Gli stand enogastronomici della Festa della Renga rimarranno aperti dalle 10.00 alle 18.00. Si potranno gustare la polenta brustolà e renga conditi con olio extravergine d’oliva Turri, i piatti della tradizione veronese, il vino della Valpolicella e tante altre pietanze della tradizione veneta pasquale. Nel primo pomeriggio, inoltre, sfilerà per le vie di Parona il corteo mascherato con la partecipazione delle maschere tipiche del Carnevale veronese, come il Papà del Gnoco e la Parona. La Festa della Renga è ad ingresso libero e gratuito.